Home » CECAL118

CECAL118

Introduzione

Introduzione - Corpo civici pompieri Lugano

La Federazione Cantonale Ticinese dei Corpi Pompieri (in seguito FCTCP), interpretando le raccomandazioni della Coordinazione Svizzera dei Pompieri (CSP) e l’esigenza dei Corpi pompieri ticinesi, si è fatta interprete presso l’istanza cantonale preposta per i pompieri di riorganizzare il sistema di mobilitazione dei pompieri sul territorio ticinese.

  

A tal proposito è stato allestito, su mandato del Consiglio di Stato, uno studio che ha gettato le basi per la concretizzazione di questo importante progetto. In sintesi si è trattato di realizzare una Centrale di allarme 118 e un sistema di mobilitazione che potesse permettere la corretta analisi dell’evento già in fase di ricezione dell’allarme, con l'obiettivo di mobilitare con efficienza e in modo corretto i Corpi pompieri interessati.

La CECAL118 (Centrale cantonale di allarme 118)

La CECAL118 (Centrale cantonale di allarme 118) - Corpo civici pompieri Lugano

Lunedì 9 maggio 2011, alle ore 2100, è entrata ufficialmente in servizio la nuova CECAL 118.

  

La stessa è ubicata presso l’attuale Centrale operativa (CEOP) della Polizia della Città di Lugano in via Beltramina. Alle richieste di soccorso che giungeranno al numero 118 (sia da telefono fisso sia da telefono mobile) risponderanno gli operatori della Polizia della Città di Lugano, rinforzati recentemente tramite l’assunzione di nuovi collaboratori.

  

Il concetto di funzionamento della CECAL 118 prevede 6 posti operatori presso la CEOP e, in caso di necessità, di una sala operativa di supporto o ridondanza presso la caserma dei pompieri di Lugano.

La chiamata al 118

La chiamata al 118 - Corpo civici pompieri Lugano

Ad ogni richiesta di soccorso pervenuta al numero 118 (fisso o mobile), il sistema apre automaticamente un “ticket” (scheda evento) e, contemporaneamente, il luogo di provenienza della chiamata viene individuato e visualizzato sullo schermo del sistema cartografico. 

  

Nella fase di analisi dell’evento, l’operatore viene accompagnato dal sistema informatico, sviluppato appositamente per i pompieri ticinesi, il quale, attraverso una serie di domande a cascata imposte automaticamente dal sistema, definisce la tipologia dell’evento. Quest’ultima è codificata e permette di sganciare delle reazioni prestabilite (esempio: allarme a partner del soccorso e/o specialisti) contemporaneamente alla mobilitazione del competente Corpo pompieri.

  

Il nuovo sistema permette di mobilitare il numero di persone necessarie per un determinato intervento nel minor tempo possibile e, nel contempo, di sapere immediatamente (ancora prima del loro arrivo) se le persone allarmate saranno effettivamente presenti.

 

Tutto questo è possibile grazie ai nuovi apparecchi di ricerca personale (pager) in dotazione dotati di carta SIM in grado di comunicare con il sistema

 

 

La cartografia

La cartografia - Corpo civici pompieri Lugano

Il sistema cartografico, nel quale sono segnalati i confini dei corpi pompieri suddivisi per competenze e specializzazione, individua automaticamente il luogo della chiamata e permette la visualizzazione di tutta una serie di informazioni che possono essere utilizzate dall’operatore per definire meglio l'ubicazione di un evento (vie di accesso, prese d'acqua, stazioni di servizio, centri commerciali, negozi, chiese, farmacie, ecc.).

Sala operativa CECAL118

La creazione della sala operativa CECAL118 è nata dall'esigenza di poter gestire in modo ottimale gli eventi a catena (nubifragi, alluvioni,...) e di riuscire a dare sostegno alla CECAL118 in caso di eventi che comportano, in un lasso di tempo ridotto, un aumento considerevole delle chiamate al 118.

 

La sala operativa è ubicata presso la caserma dei pompieri di Lugano e viene attivata dagli operatori della CECAL118 tramite dei messaggi automatici (SMS, Pager e chiamate vocali) oppure tramite una telefonata su un telefono di picchetto.

 

Il personale presente alla caserma di Lugano è in grado di rendere operativa la sala entro 3 minuti dalla richiesta di attivazione.

 

La sala operativa é cosi composta:

 

  • 2 postazioni remote;
  • 6 postazioni per la ricezione delle telefonate indirizzate al 118;
  • 2 postazioni per la trasmissione degli allarmi ai corpi pompieri competenti;
  • 1 postazione di controllo per visualizzare le forze presenti sul territorio.

 

Questa sala puo' essere attivata in una delle seguenti situazioni:

 

Blocco della CECAL118 presso la Polizia Città di Lugano
Il blocco puo' essere causato da un guasto tecnico oppure da problemi legati alla sicurezza dei locali che ospitano la CECAL118 (incendio, intrusione,...).
In questo caso la sala viene occupata unicamente da 2 operatori che rimpiazzano le funzionalità di base della CECAL118.

 

Singolo evento, molto visibile
Per esempio incendi boschivi di grandi dimensioni o importanti incendi di immobili.
Nel 2012 alcuni incendi boschivi hanno causato oltre 300 chiamate al 118 in poche ore.
In questo caso la sala viene aperta con un minimo di funzionalità con lo scopo di smaltire velocemente le segnalazioni e garantire la ricezione di segnalazioni non inerenti a tale evento.

 

Eventi a catena
Per esempio nubifragi, inondazioni, temporali, raffiche di vento.
Nel 2012, in occasione di un temporale la CECAL118 ha ricevuto oltre 400 richieste d'intervento in meno di 1 ora.
In questo caso la sala viene aperta con tutte le sue funzionalità con lo scopo di raccogliere le richieste provenienti dal tutto il Cantone, separarle per località e ritrasmetterle nel minor tempo possibile ai corpi pompieri competenti.
Per gli eventi a catena alcune funzionalità automatiche della CECAL118 vengono bloccate.
In pratica il sistema non apre più in modo automatico dei ticket, ma le richieste d'intervento vengono raccolte da centralinisti mediante formulari prestampati.
Un capo sala si occuperà di raccogliere questi formulari, suddividerli per località e gravità e ritrasmetterli alle varie caserme pompieri.
Una copia degli eventi viene sempre mantenuta e archiviata.

 

La sala operativa al 100% della funzionalità è in grado di raccogliere e ritrasmettere circa 600 richieste d'intervento all'ora.